Spazio Europa/Eurodesk

Un servizio per raccordare scuola e territorio

STUDIARE IN ::..
· Polesine >
· Italia >

LAVORARE IN POLESINE ::..
· Offerta lavoro >
· Stage e borse di studio >
· Concorsi >

SPAZIO EUROPA ::..
· Unione Europea >
· Università europee >
· Eurodesk >
· Viaggiare in Europa >

freccia(grafica) INFO LAVORO - INDIRIZZI UTILI

freccia(grafica) OSSERVATORIO

freccia(grafica) RICERCHE BIBLIOGRAFICHE

freccia(grafica) PATROCINI

freccia(grafica) LINK


Logo Unione Provincie d'Italia


Logo Provincia di Rovigo

freccia(grafica) SERVIZIO MANUTENZIONE

EURODESK

eurodeskEurodesk è un progetto europeo per l'informazione dei giovani e degli operatori giovanili sui programmi comunitari rivolti alla gioventù. E' una rete di informazione nata con lo scopo di favorire l'accesso alle opportunità offerte dall'Unione Europea; sono circa 150 i programmi e le linee di bilancio che l'Unione Europea promuove e che rivestono uno specifico interesse per i giovani. I Programmi fanno principalmente riferimento alle aree della mobilità, della formazione professionale, dell'educazione scolastica, della cultura, dell'occupazione.
Tra le principali opportunità che l'Unione Europea e il Consiglio d'Europa offrono ai giovani ci sono il programma Gioventù (per la cooperazione nel settore della politica giovanile, centrato sull'istruzione informale, la formazione e gli scambi nell'ambito degli Stati membri e dei paesi terzi), il progetto Leonardo da Vinci (per la realizzazione di una politica di formazione professionale) e il progetto Socrates (per la cooperazione in materia d'istruzione).
Il quadro completo di tutte le iniziative comunitarie nel settore della gioventù.
Scarica il PDF
Vai al sito


NUOVO ACCORDO UE-CANADA PER L'ISTRUZIONE, LA FORMAZIONE E I GIOVANI

Lo scorso 5 Dicembre 2006, durante un incontro ministeriale informale ad Helsinki, è stato firmato un nuovo accordo nel settore dell'istruzione tra l'UE e il Canada. L'accordo non solo rinnova il loro programma di cooperazione nell'istruzione superiore e la formazione professionale, ma include anche misure legate ai giovani. Lungo un periodo di otto anni verranno lanciati nuovi programmi congiunti di studio/formazione, verranno promossi scambi di studenti, insegnanti ed altre figure professionali del settore e verrà rafforzata la collaborazione tra le organizzazioni giovanili. L'accordo incoraggerà anche un dialogo politico su temi prioritari nei settori dell'istruzione superiore e la formazione professionale.
Per informazioni http://europa.eu.int/rapid/pressReleasesAction.do?reference=IP/06/1684&format=HTML&aged=0&language=EN&guiLanguage=fr 



DIBATTITO APERTO DELLA COMMISSIONE EUROPEA: MODERNIZZARE IL DIRITTO DEL LAVORO PER ANDARE INCONTRO ALLE SFIDE DEL 21° SECOLO

La Commissione Europea ha lanciato un dibattito pubblico aperto sulla revisione del diritto del lavoro e il suo adattamento al moderno mondo del lavoro. Il documento di discussione chiederà agli Stati Membri, i partner sociali ed altre parti interessate in che modo il diritto del lavoro a livello UE e nazionale può aiutare il mercato del lavoro a divenire più flessibile e allo stesso tempo garantire ai lavoratori il massimo della sicurezza (approccio di 'flexicurity').  

La consultazione rimarrà aperta per un periodo di quattro mesi (fino al 31 Marzo) e i suoi contributi verranno fatti confluire nella prossima comunicazione della Commissione nel Giugno 2007.

Per ulteriori informazioni:
http://ec.europa.eu/employment_social/emplweb/news/news_en.cfm?id=189



LA COMMISSIONE EUROPEA INCORAGGIA LE DONNE E I GIOVANI A PARTECIPARE AL DIBATTITO SULL'EUROPA

La Commissaria Margot Wallström, responsabile per le Relazioni Istituzionali e la Strategia di Comunicazione, ha informato la Commissione circa lo stato di avanzamento del Piano D ad un anno dal suo annuncio da parte della Commissione Europea. Una prima valutazione è stata fatta il 10 maggio con la Comunicazione "Il Periodo di riflessione e il Piano D", accompagnata da "Un'Agenda dei Cittadini per l'Europa" come contributo della Commissione al Consiglio Europeo sul futuro dell'Europa.

La Commissione si impegna a continuare il dibattito, con un'attenzione particolare a: - sostenere lo sviluppo di spazi pubblici europei per promuovere il dibattito pubblico attraverso gli uffici congiunti della Commissione e del Parlamento Europeo;

- incoraggiare la riflessione negli Stati membri, ad esempio organizzando dibattiti e tavole rotonde su temi prioritari;

- offrire  sostegno finanziario per iniziative nazionali e regionali della società civile, rivolte in particolare alle donne e i giovani;

- ripetere l'inchiesta dell'Eurobarometro sul futuro dell'Europa nel 2007;

- rilanciare il dibattito su Internet.

 

Il Consiglio Europeo nel Giugno 2007 offrirà l'opportunità di un nuovo feedback sui dibattiti svolti a livello UE durante il nuovo periodo di riflessione.

Per ulteriori informazioni:
http://europa.eu.int/rapid/pressReleasesAction.do?reference=IP/06/1648&format=HTML&aged=0&language=EN&guiLanguage=en




LO SVILUPPO DI UN SISTEMA NAZIONALE PER LE QUALIFICHE PROFESSIONALI

Cosa sono le qualifiche professionali' In che modo si può meglio implementare e gestire il sistema delle qualifiche professionali. Questo documento offre orientamento per i paesi che desiderano creare o riformare i propri sistemi di qualifiche professionali. Prende in esame lo sviluppo delle qualifiche nazionali e in particolare di una struttura nazionale che permetta di fare confronti fra le qualifiche. Elaborati nel contesto della formazione professionale, i contenuti di questo documento sono applicabili a qualsiasi qualifica basata sugli standard della performance.

Per informazioni
http://www.unevoc.unesco.org/publications/pdf/IntLib_DiscP_SQA.pdf  


Lo scorso 25 Ottobre le istituzioni europee hanno dato la loro approvazione a diversi progetti ed eventi da condursi su tutto il territorio dell'Unione Europea nel 2007 per celebrare il 50° anniversario della firma dei trattati di Roma. L'obiettivo è duplice: celebrare lo spazio di libertà, pace e prosperità che l'UE ha realizzato finora e guardare al futuro per capire che tipo di Europa i cittadini, e in particolare i giovani, desiderano negli anni a venire. Al pacchetto Gioventù, che comprende "Scuole unite d'Europa", "Primavera dell'Europa" e il Vertice dei giovani a Roma, è stata attribuita la massima priorità. I progetti sono stati decisi dal Gruppo interistituzionale sull'informazione (GII) che riunisce i rappresentanti delle istituzioni europee.

Il GII ha lavorato sulla base di progetti selezionati in precedenza da una Task Force composta dagli attuali Stati membri, dalla Bulgaria e dalla Romania, dal parlamento Europeo, dalla Commissione Europea, dal Segretariato del Consiglio, dal Comitato economico e sociale e dal Comitato delle regioni.



SINERGIE TRA ISTRUZIONE FORMALE E NON-FORMALE

Il rapporto dell'Unesco prende in esame le sinergie esistenti nell'istruzione formale e non formale a sostegno del rinnovamento organizzativo dei sistemi di istruzione. I casi analizzati e i rapporti analitici offrono una panoramica delle sinergie a livello regionale e costituiscono una base per future collaborazioni. Numerosi programmi presi in considerazione puntano su un'offerta e canali di comunicazione e media alternativi. I programmi si rivolgono a gruppi il cui accesso all'istruzione è tradizionalmente limitato.

Per informazioni: http://unesdoc.unesco.org/images/0014/001460/146092E.pdf  


Credits | Contattaci | ©2007